La sua storia > FRANCESCO E IL CINEMA

Francesco e il cinema

 

 

Il primo film su Francesco d'Assisi, risale al periodo del muto, ed è "IL POVERELLO DI ASSISI", firmato da Enrico Guazzoni nel 1911.

 

Sette anni dopo, nel 1918, esce "FRATE SOLE" di Ugo Falena e Mario Corsi, pellicola dove ampio spazio è riservato all’orchestra, che esegue brani composti "ad hoc" per l’accompagnamento musicale.


Al filone francescano del cinema muto appartengono anche "THE VISION BEAUTIFUL" (un film americano del 1912) e "L’ARALDO DEL GRAN RE".


Il primo film sonoro sull'Assisiate giunge dal Messico, subito dopo la Seconda guerra mondiale, ed è "IL POVERELLO DI ASSISI" (1946) di Alberto Gout, film dalla regia anonima, inserito nel solco di una tradizione oleografica di maniera, incapace di rendere sia il fascino sia l’intensità della profonda spiritualità di Francesco.


Un’aria diversa si respira nel 1950, quando Roberto Rossellini gira "FRANCESCO GIULLARE DI DIO", undici episodi ispirati ai «Fioretti», con Federico Fellini tra gli sceneggiatori: un capolavoro di straordinaria armonia espressiva.


Hollywood non vuol essere da meno, e tuttavia lo splendore barocco della Mecca del cinema mal si adatta al "Poverello". Grande regista di film d’azione, con "FRANCESCO D'ASSISI", nel 1961, Michael Curtiz si lascia prendere la mano dal cinemascope e dal colore, privilegiando l’aspetto spettacolare: per la prima volta nella filmografia francescana figura l’incontro con il sultano. 


Nel 1966 la Rai debutta in questo filone cinematografico con "FRANCESCO D'ASSISI" di Liliana Cavani, che nel 1989 girerà un altro "FRANCESCO" interpretato da Mickey Rourke, prediligendo questa volta un registro mistico. 


Tra le due pellicole della Cavani, si inserisce "FRATELLO SOLE, SORELLA LUNA" (1972) di Franco Zeffirelli. 


La TV irrompe di prepotenza con la "fiction", e scavalca il cinema grazie alla scelta di temi popolari ben radicati nel cuore delle più vaste platee del consumo audiovisivo domestico. 

 

Nell’ottobre 2002, Canale 5 manda in onda "FRANCESCO" di Michele Soavi, nell’interpretazione di Raul Bova, che poi passa le consegne a Ettore Bassi in un film prodotto nel 2007 da Lux Vide, per la regia di Fabrizio Costa, intitolato: "CHIARA E FRANCESCO".


Dopo "Francesco d'Assisi" (1966), con Lou Castel e "Francesco" (1989) con Mickey Rourke, Liliana Cavani, nel 2014, ha portato a termine un terzo film dedicato al Santo patrono d'Italia: "FRANCESCO", interpretato da Mateusz Kosciukiewicz.

 

 

 

pdf

 

FRATELLO FRANCESCO

(Terni - Umbria / ITALY)


© 2015 - Tutti i diritti riservati